Dal 1895 eleganza, praticità e comfort a Moneglia


      Albero d'Alloro
    Un albero d'Alloro

ALLORO - LAURO
LAURUS NOBILIS L.
In  genovese: Auföggi - Urföggiu

        E' un sempreverde a normalmente a portamento cespuglioso
      che può assumere anche la forma arborea raggiungendo i 20
      m. d'altezza.
      Le foglie alterne, a forma ellittico-lanceolata (cm. 2 ~ 4 x 6 ~12)
      hanno il margine ondulato e sono lucide, di colore verde pallido
      da giovani e verde scuro poi.
      Il tronco ha una corteccia grigiastra con  lenticelle.
      I fiori sono raccolti in ombrelle alle ascelle delle foglie e sono di
      colore giallo verdastro.
      I frutti sono drupe(1) ovali prima verdi e poi nero bluastre.
      In antico era sacro ad Apollo e le sue fronde erano usate per
      incoronare i vincitori dei giochi pitici dove si ricordava la vittoria
     del dio sul serpente con competizioni poetiche e musicali.
     Derivate da tali usanze sono rimasti, ai nostri giorni, i termini
     "laurea" e "baccalaureato".
      In cucina vengono usate le foglie e le drupe per insaporire i cibi.
     A Genova e nei suoi domini rivieraschi veniva praticata la
     cerimonia augurale del "Confeugo" che si svolgeva alla vigilia
     di Natale.
     Un tronco frondoso d'alloro veniva portato in processione
     fino al Palazzo Ducale (o presso le sedi delle autorità nelle
     riviere) seguito dalla popolazione guidata da un Abate del
     popolo.
     Qui giunti l'Abate salutava il Doge con le parole : "Ben truvòu
     Messê ro Duxe" ("Ben trovato signor Doge") al che questi
     rispondeva dicendo: " Ben vegnuo Messê l'Abbòu" ( "Ben
     venuto signor Abate").
     In occasione di questa cerimonia il popolo poteva esprimere
     critiche sul modo in cui era governata la sua città.
     In serata il tronco veniva bruciato sulla piazza e la popolazione
     traeva auspici per l'anno venturo dal modo in cui si sviluppava-
     no le faville

         Alloro: infiorescenze
     
Alloro: infiorescenze

Alloro: drupe
Alloro: drupe

(1) Frutto carnoso con un solo seme racchiuso in un  nocciolo legnoso

LE ALTRE PIANTE E FUNGHI DEI  BOSCHI E  DELLA MACCHIA MEDITERRANEA NEL NOSTRO TERRITORIO

Agarico vinato
Agave

Alaterno
 Asparago selvatico
Bosso
 Campanula media 
 Cappero
 Castagno
 Cineraria
Cisto femmina
Colombina rossa
Colombina verde
  Corbezzolo
Erica
 Erica arborea


 Euforbia arborea
 Felce florida
 Felce aquilina
 Fico d'India
 Fillirea
 Finocchio di mare
Gallinaccio
 Ginepro rosso
 Ginestra
 Lavanda selvatica
 Leccio
Lentisco
 Mazza da tamburo
Mesembiantemo
Mirto
Ofride


Ontano nero
Papavero delle sabbie
Pino d'Aleppo
Pino marittimo
Porcino
Pungitopo
Rosmarino
Roverella
Sparzio
Steccherino dorato
Strappabrache
Terebinto
Tignosa verdognola
Timo
Valeriana rossa


Vannacalzature: via Vittorio Emanuele, 19/ 20/24/26 - 16030 Moneglia - Italia

Tel: +39 0185 49395 - Fax: +39 0185 49395

E-mail: VANNAD02@vannacalz.191.it

La migliore visione si ottiene con una risoluzione 1024 x 768

Webmaster: Alfredo Armellini, via Vittorio Emanuele, 22/1 - 16030 Moneglia - Italia  - E-mail: VANNAD02@vannacalz.191.it

Il testo le foto e i disegni della pagina sono di proprietà di Alfredo Armellini; ne è vietata la riproduzione senza l'autorizzazione dell' autore

Inviatemi una E-mail con i Vostri commenti e/o suggerimenti su quest'opera !

Ultimo aggiornamento: 30/01/2008